Telemedicina

Bando: 1. Bando Covid-19

Foto_ Stefano Forti.jpg
Tavola disegno 1.png

Project Manager: Giulia Malfatti

Responsabile scientifico: Stefano Forti

TreC_Televisita

Proponente: Digital Health Lab - Fondazione Bruno Kessler per TrentinoSalute4.0

Inizio progetto: 15 aprile 2020

Termine progetto: 15 ottobre 2020

Durante l'emergenza Covid è emersa la necessità di evitare gli spostamenti sul territorio e gli assembramenti presso le sale d'attesa degli ambulatori limitando la circolazione del virus tra la popolazione. L’obiettivo del progetto TreC_Televisita era di supportare la realizzazione di una soluzione tecnologica specifica per la televisita all’interno della piattaforma TreC, in grado di consentire agli operatori sanitari di erogare servizi di consulenza remota sia nell’ambito della medicina territoriale (Pediatria di Libera Scelta) che ambulatoriale (cardiologia).

Video: TreC TELEVISITA | Un nuovo progetto di FBK per l'accesso alle visite a distanza

Impatto raggiunto: 
Sono stati coinvolti due ambiti clinici distinti: la pediatria di libera scelta con 5 pediatri coinvolti e 1 cardiologo specialista ospedaliero.
Sono state svolte 115 televisite e coinvolti 22 pazienti nel contesto della cardiologia.
L'adozione della soluzione ideata ha permesso agli operatori sanitari di poter monitorare e rimanere in contatto con i propri pazienti evitando di riceverli in ambulatorio quando non strettamente necessario.

Video: TreC TELEVISITA _ report 1 mese di sviluppo

Video: TreC_Cardiologia | report al 3 mese di sviluppo dell'app

Video: TreC - Televisita | Concluso il progetto di telemedicina

Raccolta video di approfondimento

Impatto futuro: Le funzionalità validate nello studio potranno in futuro essere applicate ad altri contesti e in diversi ambiti. Sulla scia di questa prima fase sperimentale, verranno esplorati nuovi ambiti applicativi con l'intento di migliorare le funzionalità individuate e poter rispondere più puntualmente alle esigenze di un maggior numero di cittadini.

Bando: 3. Bando Tecnologie Covid

TACCONI.jpg

Kari4Covid19 - Fase I

Proponente: Valentina D’Angeli per Euleria Srl

Inizio progetto: 15 maggio 2020

Termine progetto: 15 novembre 2020

Kari4Covid19 nasce dalla collaborazione tra Euleria e l'unità eHealth del centro di ricerca provinciale FBK con l'obiettivo di migliorare l’usabilità di Kari, un dispositivo medicale semplice ed economico, già su mercato, che attraverso la somministrazione e il monitoraggio dell’esercizio-terapia da remoto si propone di abbattere le barriere tecnologiche alla riabilitazione a distanza. La soluzione è rivolta ai professionisti della riabilitazione e del movimento e ai loro pazienti, in particolare quelli fragili, che necessitano di una terapia continuativa ma che sono costretti a casa dall’emergenza Coronavirus. A questo proposito il progetto si propone di validare Kari su 50 pazienti afferenti alla struttura di riabilitazione ambulatoriale A.T.S.M. Franca Martini di Trento.

Video: Kari4covid - Teleriabilitazione in Trentino

Impatto raggiunto: Al termine del progetto hanno beneficiato della soluzione 7 professionisti della riabilitazione/movimento e 50 pazienti fragili dell'A.T.S.M. Franca Martini.

 

Il progetto ha permesso ai pazienti partecipanti di proseguire la terapia riabilitativa a distanza e ai professionisti di rimanere in contatto con loro e con i relativi caregiver, nonostante tutte le costrizioni e le difficoltà di spostamento legate alla pandemia. Si è così garantita la continuità di cura clinica-casa in condizioni di emergenza. I feedback dei professionisti e dei pazienti raccolti nel progetto sono stati preziosi per definire i prossimi step di sviluppo di Kari così da realizzare un dispositivo sempre più funzionale alle esigenze del clinico e del paziente a fronte di una possibile "Fase 2" dell'epidemia.

Video: Kari4covid - Teleriabilitazione in Trentino _ 1 mese

Video: Kari4covid - Teleriabilitazione in Trentino _ 2 mese

Impatto futuro: A due anni da oggi si prevedono almeno 180 professionisti della riabilitazione/movimento coinvolti e almeno 1500 pazienti. A tre anni più di 400 professionisti coinvolti e circa 5000 pazienti in Italia.

 

Kari sempre più riconosciuta come valida alternativa alla prestazione ambulatoriale in casi di lunghi tempi di attesa, possibilità di rimborso dal sistema sanitario nazionale, diminuzione dei costi per il servizio sanitario nazionale. Inoltre potrebbe essere una valida soluzione al trattamento nel lungo termine di tutte quelle patologie, soprattutto di carattere neurologico (Ictus, Parkinson,...), che ad oggi non sono rimborsate dal sistema sanitario nazionale.

Bando: 5. Avvio sul mercato 2020

Team Euleria.png

Kari4Covid19 - Fase II

Proponente: Valentina D’Angeli per Euleria Srl

Inizio progetto: 20 dicembre 2020

Termine progetto: 28 febbraio 2021

Kari4Covid19 nasce per migliorare l’usabilità di Kari, un dispositivo medicale semplice ed economico che attraverso la somministrazione e il monitoraggio dell’esercizio-terapia da remoto si propone di abbattere le barriere tecnologiche alla riabilitazione a distanza. La soluzione è rivolta ai professionisti della riabilitazione e del movimento e ai loro pazienti, in particolare quelli fragili, che necessitano di una terapia continuativa ma che sono costretti a casa dall’emergenza Coronavirus. I risultati ad oggi superano le principali aspettative come indicato dai Key Performance Indicator (KPI): 50 pazienti reclutati (KPI≥40), 4616 esercizi eseguiti (KPI≥2500) e 52 teleconsulti (KPI≥50).

Video: Kari4Covid fase 2 | by Euleria

Impatto raggiunto: Ad oggi: 13 professionisti della riabilitazione/movimento e 50 pazienti reclutati di cui il 50% in Trentino.

 

Maggiore accettazione della tecnologia da parte sia del paziente che del professionista, maggiore motivazione e quindi aderenza alla terapia, continuità di cura clinica-casa, aumento della tipologia di pazienti trattati con Kari (non solo neurologici, ma anche sportivi e ortopedici).

Impatto futuro: A due anni da oggi si prevedono almeno 180 professionisti della riabilitazione/movimento coinvolti e almeno 1500 pazienti. A tre anni più di 400 professionisti coinvolti e circa 5000 pazienti in Italia.

 

Kari sempre più riconosciuta come valida alternativa alla prestazione ambulatoriale in casi di lunghi tempi di attesa, possibilità di rimborso dal sistema sanitario nazionale, diminuzione dei costi per il servizio sanitario nazionale.

Bando: 5. Avvio sul mercato 2020

IMG_0193-1.JPG
Tavola disegno 1.png

Project Manager: Giulia Malfatti

Responsabile scientifico: Stefano Forti

Televisita e Strumenti Innovativi (TeStI)

Proponente: Digital Health Lab -Fondazione Bruno Kessler e Azienda Provinciale per i servizi Sanitari per TrentinoSalute4.0

Inizio progetto: 20 dicembre 2020

Termine progetto: 28 febbraio 2021

Sono stati noleggiati 20 devices che verranno forniti ad altrettante famiglie, permettendo, attraverso procedure semplici e guidate, di monitorare temperatura corporea, immagini di orecchio, gola, cute, registrare frequenza e suoni cardiaci e suoni polmonari. Sono stati acquistati 10 iWatch che consentono di eseguire un ECG ad una derivazione (funzione certificata) che verranno forniti ad altrettanti pazienti con sospetta fibrillazione atriale.

Impatto raggiunto: Lo studio che si svolgerà nel corso di tutto il 2021, coinvolgerà pazienti pediatrici ed adulti afferenti al sistema sanitario locale. i partecipanti verranno individuati direttamente dagli operatori sanitari che forniranno la strumentazione prevista ai pazienti che potrebbero trarre migliore giovamento. Si prospetta di coinvolgere 30 pazienti nel corso dell'anno.

Impatto futuro: Grazie agli esiti attesi dello studio si potrà valutare una nuova modalità di presa in carico del paziente, che potrà ricevere le migliori cure nella tranquillità della propria abitazione. L'introduzione di devices tecnologici innovativi nella pratica clinica potrà avere un impatto non solo sul benessere dei cittadini, che potranno accedere ad un servizio sanitario d'avanguardia, ma anche sull'organizzazione del sistema sanitario locale, che potrà essere più vicino agli assistiti ottimizzando la gestione delle risorse disponibili.

Bando: 6. Innovazione 2021

15_EXTRA_Exploiting.jpg
Tavola disegno 1.png

Sull'autismo: Paola Venuti

Sulle tecnologie: Nicola De Pisapia

EXTRA - Exploiting eXTended Reality to explore digital therapies with ASD adolescents.

Proponente: Arianna Bentenuto, Giulio Bertamini, Nicola De Pisapia, Silvia Perzolli, Paola Venuti

Inizio progetto: 15 marzo 2021

Termine progetto: 30 settembre 2021

Impatto raggiunto: Il progetto è attualmente in corso, non è pertanto ancora possibile fare una valutazione dell'impatto raggiuntoCirca 30 persone con ASD prenderanno parte alla sperimentazione preliminare, con l'ovvio coinvolgimento delle rispettive famiglie.

Impatto futuro: L'aspettativa è che un centinaio di persone con ASD possano beneficiare dei risultati del progetto, con l'ovvio coinvolgimento delle rispettive famiglie.

Bando: 7. Next Generation 2021

VirLab_Salute FBK foto team.png
Tavola disegno 1.png

ViRLab_Salute: Un laboratorio di Realtà Virtuale per Sperimentare Interventi Psico-Educativi su popolazione clinica e non clinica

Proponente: Silvia Gabrielli, Digital Health Lab (FBK). Team: Giulia Malfatti, Francesca Perini, Stefano Forti, Marco Dianti, Susanna Pardini

Scopo del progetto è attrezzare un laboratorio scientifico per lo studio di applicazioni di Realtà Virtuale (RV) a favore di cittadini e pazienti in Trentino. Verranno sviluppati ambienti di RV per il training alle tecniche di rilassamento ed il supporto alla gestione di ansia e stress, testati inizialmente su un centinaio di cittadini con tali problematiche (es. studenti e lavoratori) per estendere poi la sperimentazione e l’utilizzo anche a pazienti cronici, nell’ambito delle attività di TrentinoSalute 4.0.

Impatto previsto: Sperimentazione iniziale su popolazione non clinica: circa 100 persone (entro il 2021). Successiva estensione anche a pazienti cronici (es., con diabete, oncologici) nell'ambito delle attività di TrentinoSalute4.0 e utilizzatori della piattaforma TreC in Trentino.