top of page

Montagna e sport

Team_Motorialab.jpg

Bando: 3. Bando Tecnologie Covid

Bando: 5. Avvio sul mercato 2020

FLOW: L’Intelligenza Artificiale per la gestione delle code alla partenza degli impianti di risalita - Finanziamento I e II

Team: Riccardo De Filippi, Shamar Droghetti, Luca Colleoni, Alessandro Festi, Adriano Bucella, Ernesto Bassetti

Ente beneficiario: Motorialab Srl

Ulteriori soggetti coinvolti nello sviluppo del Progetto:  ANEF Associazione Nazionale Esercenti Funiviari, Fondazione Bruno Kessler, Ithel srl, Orobix srl, Paganella 2001 SpA, TrentinoSviluppo, 

Con FLOW/NOFILE diamo la possibilità di valutare in modo oggettivo i tempi di attesa alla partenza degli impianti di risalita nei resort sciistici. Grazie ad un modello di AI sviluppato su migliaia di immagini anonimizzate per la tutela della privacy degli sciatori, forniamo in formati utili ai responsabili del resort e allo sciatore stime aggiornate in tempo reale sullo stato delle code. In questo periodo di pandemia COVID-19, FLOW aiuta il sistema montagna bianca a ripartire, migliorando la gestione del rischio assembramenti. Domani FLOW fornirà nuovi servizi digitali e modelli di business, digitalizzando e innovando la ski experience del futuro.

Impatto raggiunto: Nei prossimi 12 mesi nel piano di sviluppo sono previste venti installazioni di Flow sul territorio dell'arco alpino (Italia, Svizzera) con un impatto stimato sull’attesa agli impianti per almeno 10 MLN di passaggi annuali.

Team di progetto1_vrt_U0002696.jpg

Bando: 7. Next Generation 2021

Metodi di studio per la fertilità dei suoli

Team: Daniela Bona, Silvia Silvestri e Daniela Bertoldi (Centro Trasferimento Tecnologico - Fondazione Edmund Mach), Fulvia Tambone e Stefania Mazzini (Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali - Produzione, Territorio, Agroenergia - Università degli Studi di Milano)

Ente beneficiario: Fondazione Edmund Mach

Ulteriori soggetti coinvolti nello sviluppo del Progetto:  Carborem srl, Università di Trento | DICAM

Il progetto HYDRORG si propone di aumentare le conoscenze relative a) all’interazione tra sostanza organica e ammendanti e b) alle proprietà agronomiche dell’hydrochar, attraverso l'analisi della stabilità biologica e la caratterizzazione del carbonio organico, al fine valutare le possibilità di un suo impiego in agricoltura per mantenere e ripristinare la fertilità dei suoli. I risultati attesi saranno di interesse sia dal punto di vista ambientale che agronomico

Impatto previsto: Le ricadute sul territorio saranno di tipo scientifico, culturale (la bioeconomia e la salvaguardia della qualità del suolo), agronomiche ed ambientali. Beneficeranno dei risultati di progetto, oltre alla Fondazione Mach e UNIMI, anche UNITN-DICAM che studia la tecnologia della carbonizzazione idrotermica, start up locali, il settore agricolo e quello della gestione dei rifiuti.

Bando: 7. Next Generation 2021

foto_Inspicio_progetto_visiONE.jpg

VisiONE: un nuovo strumento per il monitoraggio dell’aria

Team: Alessio Perinelli, Chiara Cestari, Leonardo Ricci, Mario Scotoni

Ente beneficiario: Inspicio srl

Ulteriori soggetti coinvolti nello sviluppo del Progetto: HIT Innovazione Trentino, Leitner SpA

Costruzione e validazione di un sensore ad alto contenuto tecnologico per la misura oggettiva della visibilità, e quindi della concentrazione di aerosol/nebbia/particolato, con finalità legate al monitoraggio ambientale, dell'aria e delle condizioni meteo. Destinatari della soluzione proposta sono campi quali ad esempio trasporti stradali ed impianti sportivi (impianti sciistici, stadi).

Impatto previsto: L'impatto di una soluzione come VisiONE è di dimensioni pari al parco di veicoli circolanti. Per quanto riguarda l'impiantistica sportiva, ed in particolare quella del comparto sciistico, l'impiego di una soluzione come VisiONE contribuirà a fare del territorio trentino un modello all'avanguardia, non da ultimo nella prospettiva delle olimpiadi invernali 2026.

revolti.JPG

Bando: 5. Avvio sul mercato 2020

SPHERIC

Team: Andrea Revolti

Ente beneficiario: Rasom Wood Technology

Ulteriori soggetti coinvolti nello sviluppo del Progetto: in corso di definizione

Concept innovativo finanziato da Fondazione Caritro per la ricerca, Fondazione VRT offre un sostegno per la concreta realizzazione.

Impatto: progetto in corso 

mountain per sito.png

Bando: 8. Impact Innovation 2021

Reccomendation system per l'ambiente montano

Team: Paolo Rota, Denny Calovi, Mattia Fravezzi, Renato Nerini, Antonio Sciarretta

Ente beneficiario: Mountain Maps srl

Ulteriori soggetti coinvolti nello sviluppo del Progetto: Paganella 2001 SpA, Università di Trento, APT Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi, ApT Val di Fassa

Il progetto di ricerca della startup innovativa trentina Mountain Maps srl, in collaborazione con Fondazione VRT, mira a sviluppare un sistema che permetta di migliorare e digitalizzare l’offerta turistica dei territori. Grazie alla sinergia con l’applicazione Mountain Maps, che permetterà di raccogliere dati anonimi sulle abitudini montane dei turisti, la startup potrà sviluppare un algoritmo basato su reti neurali artificiali in grado di aiutare l’utente a scegliere l’itinerario più adatto alle proprie esigenze.

Impatto previsto: Nel corso dei prossimi 12 mesi l’obiettivo di Mountain Maps è di migliorare l’esperienza turistica montana in tutto il Nord Italia, aiutando più di un milione di persone a godere delle bellezze e dei servizi della montagna.

fontanelli.jpg

Bando: 10. Mountain Innovators

INFALLIBLE: INFrAstruttura mobiLe per la Localizzazione a Impatto amBientaLE nullo

Team: Daniele Fontanelli, Luca Santoro, Maria Doglioni

Ente beneficiario: Università di Trento I Dipartimento di Ingegneria Industriale

Ulteriori soggetti coinvolti nello sviluppo del Progetto: NIRIS s.r.l.

Un tema attualmente discusso tra provincia e cittadini riguarda la convivenza dell’uomo con gli animali pericolosi per esso, durante lo svolgimento di attività lavorative e ricreative in montagna. Attualmente la provincia di Trento è dotata di un sistema di rilevamento GPS, ma non sempre funzionante, a causa di zone non coperte dal GPS. Il progetto intende soddisfare questa necessità con una rete cooperativa di posizionamento locale per rilevamento in tempo reale della presenza di animali pericolosi, utilizzando sensori a basso costo e senza batterie, dando vita ad un nuovo modo di vivere la montagna con tecnologie volte alla prevenzione, potendo rilevare e prevedere la presenza di orsi ad esempio, e allo studio del territorio. Le ricadute di questo progetto saranno ad ampio spettro, i Cittadini potranno rilevare in autonomia la presenza di un animale pericoloso e localizzare reciprocamente i compagni; gli Enti, dediti alla censita degli animali avranno uno strumento utile al monitoraggio, i Soccorritori avranno uno strumento utile al coordinamento di squadre di ricerca e soccorso in montagna, i Ricercatori avranno dati disponibili per lo studio del comportamento degli animali all’interno del territorio grazie alle analisi dei loro spostamenti ed infine i Lavoratori, nell’ottica della SMART FARM per l’integrazione della robotica e il tracciamento del bestiame.

Impatto : progetto in corso

GianlucaFerrari_Hypermeteo.jpg

Bando: 10. Mountain Innovators

Scenari climatici: affrontare l’emergenza climatica nella montagna trentina

Team: Gianluca Ferrari, Lucia Cisco, Tullio Degiacomi

Ente beneficiario: HYPERMETEO srl

Ulteriori soggetti coinvolti nello sviluppo del Progetto: CO.DI.PR.A. - Condifesa Trento, ELIS Innovation Hub s.r.l., Trentino Sviluppo SPA

L’emergenza climatica impone lo sviluppo di scenari rappresentativi e statisticamente robusti in grado di supportare la valutazione del rischio fisico e di transizione a supporto delle attività di definizione e monitoraggio delle policy e della pianificazione degli investimenti. In questo quadro, l’economia montana trentina si inserisce in un contesto complesso caratterizzato dalla compresenza di ecosistemi sensibili e di economie fortemente influenzate dal cambiamento climatico come l’agricoltura, il turismo di montagna e il settore energetico. Hypermeteo, la cui attività si basa sull’elaborazione e la fornitura di dataset meteo-climatici ad alta risoluzione, ha per questo inserito nel proprio piano di sviluppo la realizzazione di scenari climatici in linea con i canoni definiti dal Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (IPCC) in grado di supportare le necessità delle diverse attività economiche in ambito montano sia sulle tematiche di pianificazione che di sicurezza. A tal fine, Hypermeteo provvederà allo sviluppo di un progetto pilota utile alla validazione delle tecniche di downscaling e di bias-correction ai dataset climatici a bassa risoluzione generalmente utilizzati (CMIP6 e CORDEX), predisponendo inoltre l’infrastruttura tecnologica necessaria all’archiviazione e all’esposizione degli scenari.

Impatto : progetto in corso

Varotto_20230213.jpg

Bando: 10. Mountain Innovators

Sviluppo di metodi per la certificazione genetica di piante selvatiche del Trentino (CERPLAS)

Team: Claudio Varotto, Mingai Li, Enrico Barbaro

Ente beneficiario: Fondazione Edmund Mach I Direzione CRI

Ulteriori soggetti coinvolti nello sviluppo del Progetto: Estetica MAIA Trentino S.r.l., Fondazione Museo Civico di Rovereto

Il progetto CERPLAST mira allo sviluppo di metodi per l’identificazione, il controllo qualità e la certificazione di specie della flora selvatica del Trentino a rilevanza economica nei settori della cosmesi, erboristeria e farmaceutica. I risultati saranno inoltre impiegati per la regolamentazione delle raccolte delle specie oggetto del progetto, per garantirne al tempo stesso la conservazione e l’utilizzo sostenibile. Il progetto è supportato da: (1) Voxal Corporation, una ditta Trentina specializzata nel settore della cosmeceutica e della biologia vegetale; (2) Estetica Maia Trentino, che semina, coltiva e raccoglie personalmente erbe e fiori alle pendici del Monte Bondone per realizzare prodotti cosmetici naturali a Km zero che sono utilizzati per i trattamenti di benessere e cura della persona sia in Trentino che fuori regione. (3) Fondazione Museo Civico di Rovereto, in prima linea nella classificazione e protezione della flora selvatica del Trentino ed autore della rinomata Flora del Trentino

Impatto : progetto in corso

Responsabile-Anna-Giovanazzi_edited.jpg

Bando: 10. Mountain Innovators

Climb to the Top (CliTop)

Team: Anna Giovannazzi, Luciano Enderle, Mariella Bonzanini, Claudia Morelli, Silvano Biasi, Pio De Concini, Angel Felicetti, Raffaella Gambarini, Claudio Valle, Francesco Ziglio

Ente beneficiario: Anffas Trentino onlus

Ulteriori soggetti coinvolti nello sviluppo del Progetto: ANFFAS NAZIONALE ETS/APS, DOLOMITI - DOLOMITEN - DOLOMITES - DOLOMITIS UNESCO, Euleria srl Società Benefit, MEEVA Srl Società Benefit, Parco Naturale Adamello Brenta

Il progetto CliTop intende realizzare un programma di allenamento e preparazione per persone con disturbi del neurosviluppo con disabilità intellettive intellettive, neuromotorie o disturbo dello spettro autistico (PcD) e dei loro accompagnatori, al fine di portarli a godere appieno della montagna con percorsi specifici e su sentieri accessibili. Il beneficio dell’attività motoria in contesto naturale è in modo rilevante emerso nella letteratura biomedica e le ricadute non si limitano all’aspetto dei gà importanti esiti a livello fisico ma riguardano aspetti cognitivi, emotivi, sociale e comportamentali diventando volano di benessere in contesti inclusivi. Avvalendosi di strumentazioni avanzate e relative competenze messe a disposizione dalle aziende partner e del bacino di utenza di Anffas Trentino, il progetto intende realizzare dei percorsi di training psico-fisico, da svolgere nelle sedi montane delle valli Trentine (Fassa, Fiemme, Primiero, Giudicarie) con supervisione remota di professionisti, che preparino al meglio le persone individuate all’avventura del trekking.

Impatto : progetto in corso

Delucchi_Luca_edited.jpg

Bando: 10. Mountain Innovators

DigiAgriApp: la app per monitorare il campo agricolo

Team: Luca Delucchi, Roberto Zorer, Giorgio Checola

Ente beneficiario: Fondazione Edmund Mach I Direzione CRI

Ulteriori soggetti coinvolti nello sviluppo del Progetto: Cantina Sociale Roveré della Luna SCA, UNITN Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica

DigiAriApp è una soluzione software rivolta agli imprenditore agricoli. L’interfaccia utente può essere sia una app sia un sito web, che richiedono una procedura preliminare di registrazione/autenticazione. I servizi attualmente disponibili sono georeferenzazione di campi, filari, e singole piante, con relative colture, irrigazioni e operazioni gestionali del campo, inoltre può ottenere dati da stazioni meteorologiche tramite diversi protocolli, scaricare dati satellitari Sentinel-2 e calcolare diversi indici, caricare e visualizzare immagini tramite l’app. Obiettivo del progetto nel breve periodo è di passare dalla fase di prototipo a quella di studio pilota, che possa coinvolgere aziende, agronomi ed imprenditori agricoli. Nel medio periodo invece si vorrebbero implementare ulteriori servizi di intelligenza artificiale, probabilmente nel campo della machine vision, in collaborazione con l’Università di Trento che ha mostrato interesse per l’applicazione.

Impatto : progetto in corso

aldo_savoldelli foto_edited.jpg

Dalla pista al laboratorio e ritorno: tecnologia, ricerca scientifica e ricadute applicative a supporto della pratica sportiva

Team: Aldo Savoldelli, Lorenzo Bortolan, Alessandro Fornasiero, Barbara Pellegrini, Federico Schena, Chiara Zoppirolli

Ente: Università di Trento I CIBIO

savoldelli

Ulteriori soggetti coinvolti nello sviluppo del Progetto: Federazione Italiana Sport Invernali e CeRiSM

Lo sport è uno dei grandi motori a trainare l’economia del Trentino, la regione che ospiterà le competizioni di sci di fondo, combinata nordica e biathlon in occasione delle prossime Olimpiadi e Paralimpiadi Invernali MilanoCortina 2026. Il nostro Progetto ha come obiettivo quello di integrare alcuni strumenti tecnologici già a disposizione sul mercato per offrire agli atleti il miglior supporto possibile per prepararsi al meglio a disputare l’evento Olimpico. Il progetto si impegna a sfruttare degli strumenti GPS sviluppati per analizzare nello specifico le discipline dello sci nordico (detection della tecnica utilizzata, cinematica del passo e potenza meccanica) funzionali anche a mappare il tracciato delle piste Olimpiche al fine di segmentarlo e riprodurlo in laboratorio su un treadmill adeguato per simulare la sciata indoor. Questo permetterà agli atleti di allenarsi tutto l’anno proprio ripercorrendo il tracciato delle piste Olimpiche oltre a diventare uno strumento per predire la performance nelle gare. Questo circolo virtuoso che parte dalla pista, passa per il laboratorio per riportarne i benefici sul campo di gara può essere anche una modalità di lavoro che permette di valutare ampie popolazioni di atleti tenendo come riferimento le migliori performance potenzialmente erogabili anche con l’obiettivo di sviluppo del talento.

Impatto : progetto in corso

bottom of page