Dispositivi - controllo

Bando: 3. Bando Tecnologie Covid

Screen Shot 2021-04-27 at 9.45.54 AM.png

SAFE - NO FILE

Proponente: Motorialab + MPBA FBK

Inizio progetto: 15 maggio 2020

Termine progetto: 15 novembre 2020

Con NOFILE è possibile valutare in modo oggettivo, tutelando la privacy degli sciatori, gli assembramenti e i tempi di attesa alla partenza degli impianti di risalita nei resort sciistici, sviluppando stime predittive delle code per migliorare la gestione del rischio assembramenti in periodo CODIV-19 e in futuro i servizi agli utenti. L’obiettivo era sviluppare un prototipo da utilizzare per dimostrare ai clienti dei resort sciistici l’utilità del sistema. Il primo sistema è stato installato nel mese di Novembre 2020 per monitorare le code di 17 impianti di risalita della Skiarea Campiglio, il più grande ski resort italiano. Sfortunatamente viste le restrizioni legate alla pandemia il sistema di Campiglio è stato sottoutilizzato, tuttavia la richiesta del mercato per questo prodotto è già considerevole. Prova ne è che una seconda installazione è stata fatta a Crans Montana, resort svizzero di riferimento globale dove l’attività sciistica non si è fermata. In questo periodo stiamo raccogliendo l’interesse di diversi clienti per la stagione estiva 2021 e quella sciistica invernale 2021/2022. I destinatari sono i resort sciistici e gli sciatori trentini, italiani, europei e poi su scala globale. La stima dei tempi d’attesa viene inviata ad un APP utilizzata dai responsabili della sicurezza e verso gli sciatori dando la possibilità di evitare assembramenti e code alla partenza degli impianti di risalita. Quella che si desidera proporre è una nuova user experience per un cliente digitale sempre più esigente innovando il modello d'uso e di consumo del prodotto piste da sci. Segnali di forte interesse, contatti commerciali e partnership industriali utili a commercializzare NOFILE sono già stati avviati con attori importanti del mercato sci come HTI (Leitner), Skidata e Team Axess. Queste realtà si sono subito dimostrate interessate al modulo previsionale sulle code agli impianti.

Video: SAFE - NOFILE il nuovo progetto di Motorialab

NOFILE sfrutta la ricerca sull’intelligenza artificiale (AI) per la sicurezza nello sci di Motorialab e FBK. Tutelando la privacy degli sciatori, il prodotto dà informazioni oggettive sugli assembramenti e i tempi di attesa alla partenza degli impianti di risalita nei resort sciistici, sviluppando stime predittive delle code. Il prodotto concepito per entrare sul mercato per la gestione degli assembramenti in periodo CODIV-19 sarà utilizzato in futuro per migliorare i servizi agli utenti. I destinatari di questa prima versione sperimentale del prodotto sono i resort sciistici trentini. La stima dei tempi d’attesa fatta dal server NOFILE viene inviata ad un'APP utilizzata dai responsabili della sicurezza. L’obiettivo della prima fase era sviluppare un MVP da testare su un primo resort durante l'estate del 2020.

Impatto raggiunto: Alla presentazione della domanda si prevede che nell'anno solare 2020 potranno essere raggiunti 5 ski resort Trentini. Non é possibile dare una quantificazione precisa del numero di persone che é possibile raggiungere entro l'anno perché sarà necessario valutare le disposizioni emanate dagli organi governativi in materia di contrasto alla diffusione del covid e in particolare l'apertura degli ski resort al pubblico.

Video: SAFE - NOFILE _ 1 mese

Video: SAFE - NOFILE | Il progetto di Motorialab si mostra (3° mese)

Impatto futuro: Al termine del progetto la piattaforma NOFILE é stata testata durante il periodo estivo presso lo skiresort della Paganella. Secondo i log del modello AI di riconoscimento, sono state classificate circa 1800 persone.

Bando: 3. Bando Tecnologie Covid

PiccoMurphy.jpg
Tavola disegno 1.png

Janus

Proponente: Gian Pietro Picco - Università di Trento (coordinatore) e Amy Murphy - Fondazione Bruno Kessler

Inizio progetto: 15 maggio 2020

Termine progetto: 15 novembre 2020

Janus è un sistema per il distanziamento sociale che sfrutta un dispositivo con due radio: il Bluetooth a cui siamo abituati sui nostri smartphone, e una radio ultra-wideband (UWB), che sugli smartphone sta arrivando solo ora. Bluetooth stima la distanza grossolanamente (metri) ma consuma pochissima batteria. UWB, al contrario stima la distanza con un errore <10cm ma con consumi energetici più elevati. Janus usa le due radio insieme sfruttandone i rispettivi vantaggi: Bluetooth scopre i dispositivi nelle vicinanze mentre UWB ne stima la distanza. Il sistema può essere usato per generare allarmi quando la distanza di sicurezza viene oltrepassata ma anche per registrare i contatti avvenuti abilitandone un successivo tracciamento. Janus, frutto delle ricerche congiunte di UNITN e FBK, consente una durata delle batterie di svariati mesi e non necessita di alcuna infrastruttura; ha quindi un ampio ambito di applicazione, consentendone l’uso in ogni ambito lavorativo e non. Inoltre, può trovare applicazione in contesti non legati alla pandemia, ad esempio per incrementare la sicurezza sul lavoro monitorando la vicinanza degli operatori a macchinari in movimento o altre aree potenzialmente pericolose.

Video: Janus: distanziamento sociale tramite radio bluetooth e UWB

Impatto raggiunto: La sperimentazione prevista è stata effettuata con successo, verificando il corretto funzionamento del sistema indossato da svariate centinaia di persone su più giorni. Il sistema è stato altresì testato su circa 30 bambini partecipanti alle colonie estive. In ambedue i casi, non solo il sistema si è mostrato particolarmente robusto, ma ha anche confermato come l’elevata accuratezza nella stima della distanza sia cruciale nel fornire preziose informazioni sul distanziamento sociale. Janus è stato installato sui dispositivi hardware realizzati da Reply, delle dimensioni di un badge, e commercializzato in svariati ambiti industriali. A oggi circa 2000 dispositivi sono stati installati, principalmente del settore food and beverage, sia in Italia che all’estero.

Video: Janus: distanziamento sociale con radio Bluetooth e UWB _ 1 mese

Video: Janus: distanziamento sociale con radio Bluetooth e UWB _ 2 mese

Impatto futuro: La soluzione di Janus è unica sul mercato. Rispetto ai prodotti basati solo su Bluetooth, è circa 10 volte più accurata, mentre rispetto a quelli basati solo su UWB, in cui la batteria dura a malapena una giornata, arriva invece a svariati mesi o addirittura un anno, a seconda della configurazione e dell’uso. Pertanto, grazie alla collaborazione con Reply, si prevede di incrementare ulteriormente la penetrazione sul mercato soprattutto negli ambiti correlati alla sicurezza sul lavoro, estendendo l’applicazione di Janus alla protezione dei lavoratori nei pressi di potenziali pericoli (proximity warning system).

Bando: 3. Bando Tecnologie Covid

IMG_7952.jpg

Air Plus Safe - Rinominato UV-it

Proponente: Baldracchi Paolo / SynapsEES srl

Inizio progetto: 15 maggio 2020

Termine progetto: 15 novembre 2020

Il progetto UV-it prevedeva di progettare, testare, realizzare, installare, monitorare e validare soluzioni modulari per la sanificazione dell’aria di ambienti chiusi adibiti a luoghi di lavoro e ad uso quotidiano. UV-it limita la diffusione di virus e batteri attraverso l'aria e permette di utilizzare i ricircoli negli impianti di ventilazione risparmiando energia. I principali destinatari sono facility manager di grandi edifici aperti al pubblico.

Video: Air Plus Safe: il nuovo progetto di SynapsEES

Impatto raggiunto: Pur avendo previsto l'installazione dei demo in tre casi studio (DAO, Trentino Sviluppo e Polo Tecnologico per l'Energia) al termine del progetto non si è riusciti ad avere i demo installati. Stiamo dialogando con i partner di progetto per la loro installazione.

Impatto futuro: L'impatto futuro rimane quello previsto da progetto con l'installazione di 50 impianti all'anno. Gli edifici con UV-it installato saranno più sicuri, più sani e più ecologici in quanto consumeranno meno energia.

Bando: 5. Avvio sul mercato 2020

Team_Motorialab.jpg

NOFILE

Proponente: Motorialab + MPBA FBK

Inizio progetto: 20 dicembre 2020

Termine progetto: 28 febbraio 2021

Con NOFILE è possibile valutare in modo oggettivo, tutelando la privacy degli sciatori, gli assembramenti e i tempi di attesa alla partenza degli impianti di risalita nei resort sciistici, sviluppando stime predittive delle code per migliorare la gestione del rischio assembramenti in periodo CODIV-19 e in futuro i servizi agli utenti. L’obiettivo era sviluppare un prototipo da utilizzare per dimostrare ai clienti dei resort sciistici l’utilità del sistema. Il primo sistema è stato installato nel mese di Novembre 2020 per monitorare le code di 17 impianti di risalita della Skiarea Campiglio, il più grande ski resort italiano. Sfortunatamente viste le restrizioni legate alla pandemia il sistema di Campiglio è stato sottoutilizzato, tuttavia la richiesta del mercato per questo prodotto è già considerevole. Prova ne è che una seconda installazione è stata fatta a Crans Montana, resort svizzero di riferimento globale dove l’attività sciistica non si è fermata. In questo periodo stiamo raccogliendo l’interesse di diversi clienti per la stagione estiva 2021 e quella sciistica invernale 2021/2022. I destinatari sono i resort sciistici e gli sciatori trentini, italiani, europei e poi su scala globale. La stima dei tempi d’attesa viene inviata ad un'APP utilizzata dai responsabili della sicurezza e verso gli sciatori dando la possibilità di evitare assembramenti e code alla partenza degli impianti di risalita. Quella che si desidera proporre è una nuova user experience per un cliente digitale sempre più esigente innovando il modello d'uso e di consumo del prodotto piste da sci. Segnali di forte interesse, contatti commerciali e partnership industriali utili a commercializzare NOFILE sono già stati avviati con attori importanti del mercato sci come HTI (Leitner), Skidata e Team Axess. Queste realtà si sono subito dimostrate interessate al modulo previsionale sulle code agli impianti.

Video: SAFE NOFILE | Quali prospettive per il progetto sul distanziamento negli impianti sciistici?

Impatto raggiunto: Con i fondi ottenuti nella fase 1 é stato possibile installare e testare il sistema presso 4 aree sciabili: Paganella, Pinzolo, Madonna di Campiglio, Folgarida. Viste le restrizioni governative che non hanno permesso l’apertura della stagione invernali al pubblico il sistema é stato utilizzato unicamente a Pinzolo, unico skiresort attivo per gli sci club. Per l'anno solare 2021 prevediamo quindi di poter espandere l'uso del sistema ad altri ski resort raggiungendo un elevato numero di persone con la nostra piattaforma.

Al termine del progetto la piattaforma NOFILE é stata testata durante il periodo invernale unicamente presso lo ski resort Pinzolo, che é rimasto attivo per i soli sci club. Con i primi mesi di marzo siamo inoltre riusciti ad installare la nostra soluzione anche presso lo ski resort Crans Montana (CH), che non avendo restrizioni, ha permesso di testare il sistema con flussi a pieno regime. Secondo i log del modello AI di riconoscimento sono state classificate in totale tra le due aree sciabili circa 8000 persone.

Impatto futuro: Nei prossimi 6 mesi prevediamo di poter fare almeno una decina di installazioni sul territorio dell'arco alpino. Una quantificazione precisa del numero di persone che beneficeranno della soluzione non é possibile farlo perché molto dipende dalle restrizioni emanate dagli organi governativi, ma ragionevolmente é pensabile di servire il 10MLN di passaggi.

Bando: 5. Avvio sul mercato 2020

ufficiale.jpg

Shield4US - Lavorare in sicurezza

Proponente: Francesco Pilati - Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università di Trento

Inizio progetto: 20 dicembre 2020

Termine progetto: 28 febbraio 2021

Impatto previsto: Questo progetto ha l’ambizione di essere un unicum nell’intero territorio nazionale e si pone l’obiettivo di diventare un punto di riferimento per una ripresa in sicurezza delle attività delle varie strutture lavorative, con particolare riferimento al territorio Trentino. L'iniziativa è supportata da Confindustria Trento con una formale lettera di interesse. L'auspicio è quello di poter fornire alle imprese manifatturieri e non solo interessate una tecnologia di facile adozione e affidabile utilizzo per il tracciamento dei contagi da covid sul luogo di lavoro ma anche uno strumento per la valutazione del rischio di contagio dei diversi processi produttivi monitorati per agire in maniera preventiva

Impatto raggiunto: Dal punto di vista economico l’infrastruttura realizzata per far fronte a questa emergenza può nel medio periodo divenire un asset strategico per le imprese che potranno attraverso essa migliorare la propria sicurezza, organizzazione e produttività, sia attraverso una migliore gestione della salute dei propri dipendenti (welfare aziendale) sia attraverso l’ottimizzazione dei processi lavorativi. Le funzionalità di Shield4US verranno dimostrate presso il sito selezionato per la sperimentazione Meccaniche Cainelli S.r.l. di Volano (TN), utente finale del progetto.

Video: Shield4US | Grazie alla tecnologia UWB la localizzazione diventa di precisione

Impatto futuro: La tecnologia sviluppata e testata per applicazioni in luoghi di lavoro potrà essere adottata da quelle imprese manifatturiere interessate e caratterizzate da una forte interazione dei loro operatori (es. processi di assemblaggio manuale), sia del territorio Trentino che nazionale. Inoltre questa tecnologia potrà facilmente essere reindirizzata anche per la gestione degli accessi nelle sedi di studio o in altre attività sociali, culturali e religiose, nonché in attività lavorative con accesso di pubblico, quali ospedali, studi professionali, sportelli, etc, sia del territorio Trentino che di quello nazionale.